Salute Mentale e Psicologia


Salute mentale e benessere globale

Secondo la definizione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), la Salute Mentale è uno stato di benessere emotivo e psicologico grazie al quale le persone sono in grado di usare le proprie capacità cognitive ed emotive, costruire le proprie funzioni all’interno della società, rispondere alle esigenze quotidiane della vita di ogni giorno, stabilire relazioni soddisfacenti e mature, partecipare costruttivamente ai mutamenti dell’ambiente, adattarsi alle condizioni esterne ed interne. La salute mentale è una costruzione continua e presuppone la capacità di farsi guidare dai propri desideri per le scelte importanti della vita. Il concetto di salute è, quindi, molto più complesso della semplice assenza di malattia: è uno stato di benessere fisico, sociale, affettivo e psicologico che permette di agire pro-attivamente nel proprio contesto di riferimento.

Salute mentale, Psicologia e Psicoterapia

La Psicologia è una scienza relativamente giovane e rivoluzionaria, che consente di ampliare la conoscenza di sé, delle proprie emozioni e del proprio contesto relazionale, familiare, professionale e amicale. Aprire uno spazio di pensiero su emozioni e aspetti inconsci della propria vita aiuta a vivere meglio e dischiude nuovi orizzonti di significato, interessanti e stimolanti. La Psicologia è anche una scienza sociale che fa, della conoscenza teorico-metodologica e delle competenze relazionali, il punto di forza per intervenire nella relazione con l’Altro. La conoscenza di sé e della propria realtà familiare, sociale e organizzativa passa attraverso un processo relazionale, emozionale ed esperienziale unico e irripetibile. La Psicologia interviene anche e sopratutto sui problemi di convivenza nei contesti, lavorando con persone, gruppi, organizzazioni, istituzioni. Tutti, quotidianamente, affrontiamo problemi e cambiamenti che mettono in discussione la nostra esistenza e le nostre relazioni. Sono momenti in cui attraversiamo delle crisi e in cui può essere utile rivolgersi ad uno psicologo per (ri)pensare le proprie emozioni e capirne di più di quel che agiamo nei nostri contesti di riferimento e di quel che accade intorno a noi.

La metodologia di intervento

Lo Studio di Psicologia della dr.ssa Tripodi interviene con il modello teorico della Psicoterapia psicoanalitica e la metodologia dell’Analisi della domanda © sviluppata dal Prof. Renzo Carli, la Prof.ssa Rosa Maria Paniccia e il gruppo di ricerca-intervento della Scuola di Specializzazione quadriennale post-lauream in Psicoterapia Psicoanalitica “SPS – Studio di PsicoSociologia” di Roma (www.spsonline.it).

L’Analisi della domanda è una metodologia centrata sul problema del cliente, sia esso un individuo, un gruppo o un’organizzazione. L’Analisi della domanda usa la relazione tra psicologo e cliente come fonte di informazione e metodo d’intervento. Secondo questo approccio, la relazione di consulenza rende possibile un’operazione di disvelamento: si lavora entro un contesto di verità, a partire dalle verità portate da ciascun polo del rapporto consulenziale. Il percorso di riflessione su atteggiamenti e comportamenti del cliente apre a nuove prospettive di funzionamento. È nel dialogo aperto che si costruiscono nuove possibilità di pensare un contesto, di rappresentarsi un problema, di agire in modo nuovo entro una relazione. Il riconoscimento dei problemi e la valorizzazione delle risorse entro il setting psicoterapeutico consentono il cambiamento.

A termine di questa breve presentazione metodologica, riporto un passaggio interessante dell’American Psychological Association (APA) sull’efficacia dei trattamenti psicologici e psicoterapeutici basati sui modelli teorico-metodologici ad orientamento psicoanalitico:

“L’evidenza scientifica sull’efficacia dei trattamenti mostra che le ‘psicoterapie a orientamento psicoanalitico’ rappresentano il trattamento più efficace per i disturbi dell’umore e per i disturbi di personalità, poiché producono cambiamenti più profondi e duraturi nel tempo” (American Psychological Association, 2010).

 

Aggiornamento sito: Gennaio 2019

Tutti i diritti sono riservati.